Help Center

Local Navigation

Utilizzo delle variabili statiche per le stringhe

Quando si definiscono i campi statici (chiamati anche campi classe) di un tipo String, è possibile aumentare la velocità dell'applicazione mediante le variabili statiche (non final) invece delle costanti (final). Il contrario vale per i tipi di dati primitivi, come int.

Ad esempio, si desidera creare un oggetto String come illustrato di seguito:

private static final String x ="example";

Per questa costante statica (contraddistinta dalla parola chiave final), ogni volta che si utilizza la costante, un'istanza temporanea String viene creata. Il compilatore elimina "x" e lo sostituisce con la stringa "example" nel bytecode, in modo che BlackBerry® Java® Virtual Machine esegua una ricerca della tabella hash ogni volta che si fa riferimento a "x".

Al contrario, per una variabile statica (senza la parola chiave final), la String viene creata una volta sola. BlackBerry JVM esegue la ricerca della tabella hash solo quando inizializza "x", rendendo l'accesso più veloce.

private static String x = "example";

È possibile utilizzare costanti pubbliche (vale a dire, i campi final), ma è necessario contrassegnare le variabili come private.

Indice analitico


Le informazioni sono state utili? Inviateci i vostri commenti.